Quale è la migliore coperta termica? Guida all’acquisto

Per capire qual è la coperta termica migliore per te e per il tuo stile di vita, è importante tenere ben presenti una serie di caratteristiche come il tessuto, le dimensioni, la potenza e anche i vari optional. Ci sono infatti modelli dotati di timer, di funzioni come lo spegnimento automatico, display luminoso dei comandi, ideale quando si è al buio.

Dobbiamo valutare se preferiamo un modello singolo, la cui larghezza è di solito di 80-90 cm, oppure matrimoniale che possono essere larghi dai 130 ai 180 cm e sono ideali per due persone.

Anche il peso è un fattore di cui tenere conto. Si va da 1 a 4 kg circa. Considerando che la dovremo porre sopra di noi, è consigliabile non optare per un modello troppo pesante.

Come funziona

Il funzionamento delle coperte termiche è molto semplice. Si tratta di coperte attraversate da un filo elettrico che, per trasmettere il calore, deve essere attaccato ad una presa di corrente. Grazie alla presenza di un comando, più propriamente chiamato commutatore, si potrà decidere il livello della temperatura che va, solitamente da un minimo di 2-3 ad un massimo di 10 livelli.

Anche in base al vostro grado di resistenza al freddo, potrete optare per termocoperte dotate di più livelli (che potrebbero però costare di più) oppure potrete farvi bastare i modelli più basici da 2-3 livelli.

Le differenze con lo scaldaletto

Molti confondono spesso la termocoperta con il coprimaterasso termico detto anche scaldaletto. Il funzionamento e lo scopo di base è lo stesso cioè riscaldare, tramite passaggio di elettricità, il letto. Ma si utilizzano in maniera diversa e anche il mantenimento del calore è differente.

Lo scaldaletto infatti si colloca sul materasso e, spesso munito di angoli elastici, andrà ad aderire quasi perfettamente al nostro materasso. Dopodiché potremo sistemarci sopra il lenzuolo e ultimare la preparazione del letto.

Alcuni preferiscono lo scaldaletto perchè mantiene di più il calore rispetto alla termocoperta la quale, collocata sopra le lenzuola o la trapunta, andrà a disperdere il calore verso l’alto. Inoltre, come tutte le coperte, anche la termocoperta rischia di spostarsi continuamente durante il nostro riposo.

E’ anche vero però che le termocoperte hanno il grande vantaggio di poter avere più utilizzi, dunque sono più versatili rispetto allo scaldaletto che invece rimarrà là dove lo abbiamo sistemato.

Potremo infatti usare la coperta termica anche per altri letti o usarla sul divano mentre guardiamo la tv la sera. E questa è una caratteristica favorevole che non va affatto sottovalutata. In fondo, oltre il letto, anche il divano è un luogo dove, quando possiamo, ci andiamo a rilassare. Quindi avere a disposizione una coperta che ci super-riscalda è proprio una coccola che ci meritiamo di avere!

Le caratteristiche

Sia se decidiamo di comprare lo scaldaletto in negozio oppure di comprarlo online, ci sono alcune caratteristiche che dobbiamo considerare. La sua potenza ad esempio. Di solito i modelli singoli vanno dai 60 ai 150 W di potenza mentre il tutto si raddoppia quando parliamo di modelli matrimoniali.

In un paio di ore quindi andremo a consumare circa 0,24 kWh. Dunque i consumi sono davvero bassi e contenuti. Vedrete che se lo userete al posto del riscaldamento la sera, avrete un bel risparmio in bolletta.

Ovviamente più usate la termocoperta più i consumi si innalzeranno. C’è chi le usa tutta la notte. Il nostro consiglio, sia per diminuire i consumi ma anche per una questione di sicurezza, è di accendere la termocoperta una mezz’oretta prima di coricarvi.

Un’altra caratteristica da valutare sono i tessuti.

I tessuti: qualità e varietà

A determinare la scelta della coperta termica migliore sarà anche il tessuto in cui è realizzata. Troviamo infatti in vendita una vasta gamma di tessuti dai colori più sobri ed eleganti a quelle con fantasie più accese e vivaci. Così da venire incontro ai vari gusti.

Ecco i principali tessuti:

  • lana
  • poliestere
  • flanella
  • misti
  • cotone
  • micro-pile

Se siete molto freddolosi e avete anche un budget più cospicuo, allora vi consigliamo di optare decisamente verso i modelli in lana. La lana infatti mantiene di più e più a lungo il calore rispetto agli altri tessuti e, inoltre, ha una grande potenza di assorbimento di calore.

Anche il pile è molto amato e in molti lo preferiscono in quanto morbido, leggero e facile da pulire. Noi, in generale, vi consigliamo di optare per tessuti naturali rispetto a quelli sintetici, in quanto più traspiranti.

Le termocoperte sono sicure

Ecco, la sicurezza è un punto cruciale quando si parla di termocoperte. In molti infatti le ritengono pericolose. Si tratta di strumenti elettrici che sono molto vicini al nostro corpo e che usiamo soprattutto quando riposiamo. Quindi quando siamo poco vigili e attenti.

Ma non bisogna allarmarsi troppo. Cioè, essere sull’attenti è importante, certo. Infatti è generalmente poco consigliato usare le termocoperte sui letti dei bambini oppure tenerle troppi vicino alla zona della testa.

Però sono prodotti testati e dotati di certificazioni anche europee che ne attestano la sicurezza. Potrete vederlo con i vostri stessi occhi andando sia a leggere il libretto di istruzioni, sia andando a vedere la loro etichetta.

Le termocoperte sono fornite anche di sistema di sicurezza e di blocco in caso di surriscaldamento e di malfunzionamento. Per farle durare il più a lungo possibile e non danneggiare il cavo elettrico, vi suggeriamo di non piegarle quando sono ancora accese e, in generale, di piegarle il meno possibile. Inoltre, cercate di tenerle lontane da unghie e denti di animali domestici.

Funzionalità accessorie

Oltre al comando, in alcuni modelli di termocoperta potremo trovare optional come:

  • timer
  • spegnimento automatico
  • display luminoso
  • telecomando
  • modalità di riscaldamento rapido
  • riscaldamento a zone differenziate
  • indicatore luminoso di funzionamento

Se soffrite di dolori muscolari e articolari, vi sarà utilissima la modalità di riscaldamento a zone differenziate. Così potrete focalizzare il calore sulle zone più doloranti. Il calore infatti, sin dai tempi antichi, viene usato con funzione terapeutica. Ha poi anche una semplice ma fondamentale funzione rilassante da non dimenticare e tralasciare.

Anche il display luminoso ci è utile per visualizzare le impostazioni anche al buio, così come l’indicatore luminoso di funzionamento.

Da ricordare poi la funzione di doppio comando presente nella maggior parte delle termocoperte matrimoniali. Vedrete che beneficerà alla coppia il fatto di avere la possibilità di poter regolar ognuno, a proprio piacimento, la temperatura del proprio angolo di letto.

Pulirle: facile e importante

Le termocoperte, come le coperte tradizionali, vanno tenute pulite il più possibile. Così non si andranno a depositare cattivi odori, polveri o batteri. La maggior parte si potrà lavare sia a mano che in lavatrice.

Se invece la coperta termica è semplicemente macchiata, potrete usare uno spray di pulizia a secco sulle zone interessate e poi sfregarle per bene.

Per quanto riguarda il lavaggio, vi consigliamo, per stare più tranquilli il lavaggio a mano. Soprattutto se le vostre termocoperte sono parecchio usurate. Dovrete scollegare la termocoperta dalla presa di corrente. Mettetela in ammollo in una bacinella con acqua fredda e sapone, poi risciacquatela per bene e stendetela al meglio in modo da farla asciugare dappertutto e nel più breve tempo possibile.

Se invece optate per la lavatrice, controllate prima se il vostro modello è adatto. Se sì, è consigliabile il lavaggio a 40 gradi con programma per capi delicati a ciclo breve. Evitate assolutamente la candeggina!

Consigli per gli acquisti

Le termocoperta hanno un prezzo che va dai 20 agli 80 euro per i modelli singoli e sui 100-150 euro per i modelli matrimoniali. Se le acquistate online, potrete scegliere tra vari colori, tessuti e dimensioni. Come marche, quelle che vi possiamo consigliare sono Imetec, MaxKare, Entil, Navaris.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
Trapunte e Coperte Termiche