Cosa sono le trapunte a una piazza? Info e modelli

Nel mondo in cui viviamo, abbiamo la possibilità di circondarci di prodotti che ci possono semplificare la vita, andando a spendere relativamente poco e migliorando di molto la qualità della nostra vita. Tra questi, rientrano le termocoperte o le coperte termiche. Cosa sono? Sono delle coperte che hanno una sorta di marcia in più. Al loro interno è presente un cavo elettrico che, resistendo al passaggio di corrente una volta collegato alla presa più vicina, andrà a generare calore. Dunque, in poco tempo, la coperta si andrà a riscaldare diventando una fonte di piacevole tepore.

Con le termocoperte il freddo delle sere invernali non sarà più un problema. Potrete riscaldarvi senza spendere o consumare troppo. Andrete così a risparmiare alla lunga di molto sulle bollette rispetto a quanto dovevate accendere continuamente i termosifoni.

Sono poi caratterizzate da colori eleganti o da fantasie allegre, in modo da venire incontro ad ogni tipo di utenza. Anche i formati e le dimensioni sono di diverso tipo. Abbiamo i modelli singoli, quelli ad una piazza e mezza e quelli matrimoniali.

I modelli in vendita

Come anticipato, possiamo trovare in vendita varie dimensioni di trapunte termiche. Dove acquistarle? Sia su internet, sui vari siti di e-commerce, sia nei negozi. Riguardo i negozi, potreste trovarle sia nei grossi supermercati, sia presso negozi che vendono articoli per la casa, sia nei negozi di elettronica e elettrodomestici.

Ovviamente, comprando online potrete avere il vantaggio della comodità (non dovendo uscire di casa), del risparmio di tempo e della possibilità di scegliere tra le varie marche, modelli e prezzi. Avrete una panoramica completa delle termocoperte più vendute e popolari!

I modelli, oltre che per formato, si differenziano anche i materiali utilizzati e i vari optional aggiuntivi che andranno a comportare anche una variazione di prezzo.

Le dimensioni: i modelli ad una piazza

Quindi quali sono le dimensioni delle termocoperte che possiamo trovare in vendita? Ecco le più diffuse, riferite alla larghezza:

  • 80-90 cm (modello ad una piazza)
  • 120-150 cm (modello ad una piazza e mezza)
  • 180-200 cm (modello a due piazza)

Se avete un letto singolo oppure siete alla ricerca di una termocoperta da utilizzare per il letto degli ospiti o da usare sul divano di sera, mente si sta guardando la tv, allora il modello ad una piazza vi renderà più che soddisfatti.

Inoltre, non sono in pochi coloro che preferiscono usare una termocoperta ad una piazza anche per il letto matrimoniale, collocandolo al centro del letto in modo da diffondere calore ad entrambe le parti. Il costo è anche molto economico rispetto agli altri formati. Potrete trovare modelli ad una piazza in vendita anche a 20-30 euro.

Info sull’utilizzo

Soffermiamoci ora a parlare di come si usano queste termocoperte. E’ davvero molto semplice, non vi preoccupate. Dovrete semplicemente distenderle per bene sul letto, andandole a posizionare o sopra le lenzuola o sopra una coperta o trapunta tradizionale. Dopodiché dovrete cercare la presa di corrente più vicina per attaccarvi il filo.

Grazie al comando, fantastico dispositivo (spesso anche munito di display luminoso che rende leggibili le informazioni anche al buio) che costituisce il cuore del funzionamento delle coperte termiche, potrete accendere la termocoperta oppure spegnerla.

Vedrete che, in alcuni modelli matrimoniali, ci saranno ben due comandi, uno per ogni componente della coppia. Così di eviteranno litigi riguardo la temperatura da scegliere. Infatti, non vi abbiamo ancora raccontato di quella fantastica funzione di cui, in pratica, sono dotate tutte le termocoperte, anche quelle più basic, e cioè la possibilità di regolare la temperatura del calore.

Come livelli tra cui scegliere si andrà da un minimo di 2 fino ad un massimo di 10. In questo modo, in base alla stagione e al freddo, potrete decidere in tutta autonomia se scaldare più o meno la coperta.

Vi consigliamo di accendere la termocoperta almeno 20-30 minuti prima di mettervi a letto. Datele un po’ di tempo per carburare così, una volta che vi stenderete sotto le lenzuola, potrete assaporare un bel tepore.

Il risparmio sui consumi

Abbiamo già accennato al risparmio che a verte andando ad utilizzare una termocoperta. E qui lo andiamo a ribadire. Pensate che, con un modello ad una piazza, andrete a consumare in media tra i 60 e i 150 W (mentre con i modelli matrimoniali si andranno a raddoppiare i consumi).

A dire il vero, dipenderà poi molto su quanto la userete. A nostro avviso potrete tranquillamente evitare di tenerle accese tutta la notte. Vi basterà, come detto poc’anzi, accenderle un po’ prima di coricarvi e spegnerle poco prima di addormentarvi. In questo modo abbasserete ancora di più i consumi e farete durare molto a lungo il vostro articolo.

In ogni caso, il risparmio è assicurato rispetto ad accendere i termosifoni che, per forza di cosa, andranno a consumare di più perchè dovranno riscaldare l’intera stanza rispetto che concentrarsi solo sul letto.

Le differenze con lo scaldaletto

Fate attenzione! Non è raro confondersi tra termocoperta e scaldaletto. Entrambi infatti hanno la stessa funzione: riscaldare. E si basano anche sullo stesso funzionamento. Ma hanno collocazione e possibilità di utilizzo ben diversi.

Lo scaldaletto (o coprimaterasso termico) si andrà a sistemare sul materasso e andrà poi coperto con il lenzuolo. Ha dunque il pregio di rimanere bello fermo e stabile. Oltre a quello di mantenere a lungo il calore, anche una volta spento, evitando al minimo le dispersioni. Ma, allo stesso tempo, ha il contro di non poter essere più usato per altri scopi. E dunque non è molto versatile.

La termocoperta è invece più versatile appunto. Così come le coperte tradizionali, la possiamo spostare su più letti o collocare anche sul divano. Oppure ci possiamo avvolgere dentro mentre siamo alla scrivania, se sentiamo particolarmente freddo.

Però la sua mobilità è un’arma a doppio taglio. Non ci possiamo troppo lamentare se poi la notte, muovendoci molto nel sonno, ci può capitare di farla cadere o di spostarla. Inoltre andrà più facilmente a disperdere il calore verso l’alto, rispetto allo scaldaletto.

La sicurezza e il lavaggio

E’ vero, le termocoperte sono apparecchi elettrici, ma non bisogna temere riguardo la loro sicurezza. Hanno tutte le certificazioni europee necessarie per essere utilizzate in tutta serenità. Le controllano accuratamente e le sottopongono ad una serie di test, prima di poterle mettere in commercio.

Per assicuravi  che funzionino al meglio e il più a lungo possibile, spetterà anche a voi metterci del vostro. Dovete trattarle con cura e attenzione, cercando di salvaguardare il cavo elettrico da danneggiamenti e incursioni, ad esempio, da parte di animali domestici e soprattutto dei loro denti e unghie.

Si consiglia poi di non piegarle quando sono accese nè di stirarle. Inoltre, quando le lavate, non usate la candeggina. Infatti, cogliamo l’occasione per informarvi che le termocoperte si possono lavare. Sia a mano che in lavatrice.

Ovviamente, è bene sempre che controlliate cosa dice al riguardo il libretto di istruzione del vostro modello. In generale, si può lavare la termocoperta in lavatrice a 40° con un programma per capi delicati. Se però il vostro modello è parecchio logoro oppure non è dotato di comando rimovibile, allora dovrete per forza di cose lavarla a mano in una bacinella bella capiente con acqua fredda.

Consigli per gli acquisti

Sia nei negozi che online, potrete trovare una vasta gamma di scelta di modelli ad una piazza. Potrete scegliere anche tra vari tessuti come lana, cotone, flanella, pile, poliestere. Come marche, abbiamo Imetec, MaxKare, Cosi Home. La fascia di prezzo poi è davvero flessibile: si va da un minimo di 20 euro fino a 70-80 euro circa.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
Trapunte e Coperte Termiche