Coperte termiche automatiche: tutto quello che c’è da sapere

Quante volte vi sarà capitato di sentire freddo a letto o sul divano, nonostante la pila di coperte in più? Se invece di continuare ad accorpare assieme sempre più coperte volete risolvere questa situazione, allora il nostro consiglio è di optare per una coperta termica o termocoperta.

Hanno le sembianze si una semplice coperta, singola o matrimoniale, e possono essere in vari colori e tessuti, ma dentro di loro celano un fantastico segreto: un cavo elettrico le attraversa e, una volta collegato alla presa di corrente, nell’arco di qualche decina di minuti sarete avvolti da una sensazione confortevole di calore.

Grazie poi ad un comando, sarà possibile gestire l’accensione e lo spegnimento e regolare il livello di temperatura di calore. Quest’ultimo potrà variare da un minimo di 3 ad un massimo di 10 livelli. Così ognuno potrà scegliere il livello più adatto alle sue esigenze.

Le termocoperte sono una valida alternativa ad accendere il riscaldamento e consentono anche un bel risparmio sui consumi! Sono poi di certo più potenti delle semplici borse d’acqua calda. Hanno un prezzo conveniente e ragionevole, la cui gamma di costi oscilla dai 20 ai 100 euro circa.

La funzione dello spegnimento automatico

Se potete e volete spendere un po’ di più, vi consigliamo di optare per un modello con spegnimento automatico. Di che si tratta? E’ una funzionalità in più compresa nel comando. Vi consentirà di stare tranquilli, soprattutto se usate la coperta termica sul letto dei vostri bambini.

Nell’arco di qualche ora infatti la termocoperta si spegnerà automaticamente, una volta che il letto avrà raggiunto la temperatura ideale. Dunque vi solleverà dal dovervi ricordare di spegnerlo.

Questa funzione poi si attiverà automaticamente, senza bisogno di programmarla. Una vera comodità, non trovate? E’ un’ottima alternativa al timer che vi permetterà di programmare l’accensione o lo spegnimento ma lo dovrete fare voi, non avverrà automaticamente.

Però, una volta impostato l’orario in cui volete che si spegnerà, potrete dormire sonni tranquilli.

La sicurezza della termocoperta

Molte persone rimangono dubbiose sull’acquisto di una termocoperta perchè hanno il pregiudizio che siano poco sicure in quanto strumento elettrico che si usa soprattutto di notte, quando si è incoscienti in quanto addormentati.

A onore del vero, bisogna dire e ribadire che le termocoperte, per lo meno la maggior parte di loro, sono dotate di sistemi di bloccaggio e di sicurezza rilasciati anche dalla Comunità europea. Vi basterà controllare la loro etichetta per sentirvi rassicurati al riguardo.

Stesso appunto sull’etichetta o sul libretto di istruzioni, potrete avere tutte le informazioni al riguardo e controllare le varie certificazioni e i loro simboli.

Al di là di questo però, spetterà anche a voi non danneggiare la termocoperta e trattarla con cura. Così da non alterare il suo funzionamento anche dal punto di vista della sicurezza. Infatti vi consigliamo di tenerla lontano dagli animali domestici che, con unghie o denti, potrebbero rovinare il filo elettrico. Non piegatela poi quando è accesa e, in generale, non comprimetela troppo e non appoggiateci sopra oggetti pesanti.

Vi consigliamo anche di non collocarla troppo sotto la zona della testa, preferite invece la zona dei piedi. Collocatela dunque verso i bordi inferiori del letto. Evitate poi di farla maneggiare dai bambini.

Le caratteristiche da considerare

Vedrete che acquistare una termocoperta renderà le vostre notti ancora più piacevoli. A differenza del coprimaterasso termico o scaldaletto che si colloca tra il materasso e il lenzuolo ed è dotato di angoli flessibili, la termocoperta si adagerà sul lenzuolo o sul piumone, così come le normali coperte.

La termocoperta poi è dotata di comando che è singolo nei casi del modello appunto singolo, mentre si può trovare anche doppio nei modelli matrimoniali. Vedrete che ne gioverete perchè così ognuno potrà decidere quanto calore vuole nella sua zona di letto.

Nei modelli più costosi, potrete anche trovare la funzionalità del riscaldamento a zone differenziate, così da poter localizzare il calore. Ricordiamo poi che il calore ha una vera e propria funzione terapeutica. Può alleviarvi da dolori muscolari o legati alle ossa e articolazioni. E’ perfetto se vivete in zone molto umide.

Dunque può aiutarvi sia a livello di problemi e doloretti fisici sia, semplicemente, per rilassarvi. Anche se volete distendervi dopo una giornata faticosa e stressante, una coperta calda vi coccolerà e donerà il sorriso.

Modalità di utilizzo

La termocoperta è semplicissima da utilizzare. Vi basterà attaccare il cavo alla presa di corrente più vicina al vostro letto e assicuravi che il comando sia nelle vicinanze della vostra testa, in modo che vi sia facile poterlo maneggiare.

Dovrete poi semplicemente decidere il livello di calore che più vi aggrada e accendere la termocoperta almeno una ventina di minuti prima di mettervi a letto. In questo modo, lo troverete bello caldo, quando vi ci stenderete.

C’è chi è molto freddoloso e lo tiene acceso tutta la notte. Ma, a dire il vero, è forse uno spreco soprattutto a livello di consumo. Il calore infatti si manterrà a lungo dunque potete anche spegnerlo poco prima di addormentarvi. Optare per un modello con spegnimento automatico, vi solleverà dal dovervi ricordare di farlo. Avverrà infatti automaticamente.

L’importanza dei tessuti

Come anche le coperte tradizionali, anche le termocoperte si differenziano, anche a livello di prezzo, per il tessuto di cui sono fatte. Possiamo trovare infatti, sia nei negozi ma soprattutto online, una vasta gamma di tessuti e colori tra cui scegliere.

Abbiamo per esempio coperte termiche in pile, in lana, in cotone, in tessuti misti, in poliestere. Ogni tessuto avrà delle qualità specifiche e da valutare.

La lana è caratterizzata da eccellenti proprietà termoisolanti e assorbe anche l’umidità. E’ forse il tessuto migliore, non a caso le termocoperte realizzate con questo tessuto sono anche le più costose.

Al di là del tessuto scegliete, vi consigliamo di optare per quelli naturali rispetto a quelli sintetici in quanto più traspiranti. Controllate bene anche se sono anallergici e anti-odore, sono caratteristiche da non sottovalutare.

Il lavaggio della termocoperta

Anche la termocoperta, così come le coperte tradizionali, va lavata e tenuta pulita, dato che entra in contatto con il corpo umano. Solo che, siccome è elettrica, dobbiamo usare alcuni accorgimenti.

Per lavarla, basterà sganciarla dalla presa elettrica. Potete decidere di lavarla a mano ma anche in lavatrice. Per sicurezza, controllate bene cosa dice il libretto di istruzioni al riguardo.

Se la lavate a mano, potrete immergerla in una bacinella capiente con acqua fredda o tiepida e un sapone per capi delicati. Tenetela in ammollo almeno una quindicina di muniti, poi passatela sotto un getto di acqua fredda. Sarà importante rimuovere ogni tracci di sapone. Dopodichè dovrete strizzarla e stenderla per bene ad asciugare.

In lavatrice invece lavatela a 40 gradi con un programma per capi delicati a ciclo breve. Potrete usare la centrifuga ma solo per un ciclo. Non usate la candeggina!

Se invece volete semplicemente smacchiarla, vi consigliamo di usare degli spray di pulizia a secco. Una volta che la zona che avrete spruzzato si asciugherà, dovrete spazzolarla per rimuovere via il resto delle macchie.

Modelli, prezzi e marche

Se volete poter confrontare una vasta gamma di modelli, prezzi e marche, andare sui siti di vendita online vi agevolerà e vi permetterà anche, in alcuni casi, di usufruire di sconti e offerte.

Riguardo i modelli con spegnimento automatico, siamo sui 50-100 euro e potete trovare sia modelli singoli che matrimoniali e in vari tessuti e colori. Come marche vi consigliamo Gasky, Entil, MaxKare, Promed.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
Trapunte e Coperte Termiche