Che cosa sono le coperte termiche? Guida completa

Le termocoperte o coperte termiche sono il prodotto ideale per tenervi veramente al caldo durante l’inverno. Sono facili da usare, maneggevoli e hanno un prezzo davvero contenuto e ragionevole. Vi consentiranno di risparmiare molto di più rispetto ad accendere il riscaldamento. Inoltre andrete a focalizzare il calore sulle zone che vi interessano. Le termocoperte infatti, oltre a riscaldarvi, potranno svolgere anche una funzione terapeutica.

E’ noto, sin dall’antichità, che il calore può curare o recare sollievo a vari tipi di dolore legati alle ossa, muscoli e articolazioni. Può inoltre, semplicemente, aiutare a rilassarsi dopo una giornata intensa e stressante.

Non a caso, tra le varie tipologie di coperte termiche, esistono anche dei modelli che permettono di localizzare il calore in determinate zone del corpo. Vedrete che ne trarrete grande beneficio!

Perchè comprare una termocoperta

I motivi sono tanti e molto semplici. Prima di tutto è una spesa a portata di tutte le tasche. Le termocoperte infatti hanno una gamma di prezzi molto flessibile: si va dai 20 ai 100 euro. Potrete facilmente acquistarle sia nei negozi di elettronica ed elettrodomestici, sia online. Facendo una ricerca online potrete trovare tutte le marche e modelli e potrete anche incappare in prodotti in promozione. E senza muovervi da casa!

E’ un prodotto non troppo ingombrante e che potrete trovare sia in formato singolo che matrimoniale. Non consumerà molto. Sicuramente di meno rispetto ad accendere i termosifoni.

Le termocoperte poi sono disponibili in vari tessuti e anche colori, in modo da andare incontro alle varie esigenze. Inoltre hanno anche un peso gestibile: da meno di 1 kg fino a circa 4 kg.

Inoltre, rispetto ai coprimaterassi termici, noti anche come scaldaletto, hanno un utilizzo più variegato: ad esempio si possono usare sul divano oppure quando si è seduti alla scrivania.

Come sono fatte

Le termocoperte sono delle coperte composte da più strati al cui interno è presente un cavo elettrico che le attraversa e che si chiama resistore. Tramite il cavo che è lungo massimo 2 metri sui cui è collegato anche un comando, detto commutatore, le termocoperte potranno essere collegate alla presa di corrente più vicina.

Attraverso il comando potremo accendere o spegnere o regolare il livello di temperatura del calore. Tutto molto semplice, non trovate? Bisogna solo usarle sempre con un certo grado di consapevolezza in quanto si tratta sempre di apparecchi elettrici.

Le funzionalità

Tutti i modelli di termocoperte saranno dotati di comando in quanto è lo strumento che ci consentirà di gestire le varie funzionalità. Nel caso delle coperte termiche matrimoniali, i comandi, il più delle volte, sono due. Così si eviteranno eventuali litigi in quanto ognuno potrà regolare la temperatura che vuole.

Riguardo la regolazione della temperatura, in base anche al prezzo, troverete modelli più basilari con 2-3 livelli fino ad arrivare a termocoperte con anche 10 livelli!

Vi consigliamo poi di optare per modelli che abbiano il display LED così potrete visualizzare la temperatura e le altre funzionalità e inoltre potrete anche farlo al buio.

Come funzionalità aggiuntive troviamo poi, nei modelli dal prezzo un po’ più alto, il timer e lo spegnimento automatico. Il timer funzionerà come la nostra sveglia sul cellulare: potremo impostare un orario serale in cui dovrà spegnersi in modo tale che non ci dovremo ricordare noi di farlo ogni sera.

Ancora più comodo risulterà lo spegnimento automatico: la coperta termica si spegnerà automaticamente dopo qualche ora (di solito 6). Sarà importante sia ai fini della nostra sicurezza ma anche per un discorso di risparmio energetico. Infatti, non è necessario tenere la termocoperta accesa tutta la notte. Vi basterà accenderla una ventina di minuti prima di mettervi a letto e spegnerla prima di addormentarvi.

I materiali

Potete trovare in vendita vari tipi di termocoperta in tessuti che vanno da quelli naturali a quelli sintetici. Per una questione di maggiore traspirabilità, vi consigliamo i tessuti naturali, ma siete liberi di scegliere il tessuto che preferite, anche in base al prezzo e al vostro budget.

In ogni caso, i tessuti più diffusi e popolari sono:

  • lana
  • flanella
  • cotone
  • micro-pile
  • poliestere

La lana è il tessuto più costoso in quanto di maggiore qualità e conserverà davvero a lungo il calore. Inoltre ha anche una grande capacità di assorbire l’umidità.

Consigli per l’utilizzo

Se volete che la vostra termocoperta duri il più a lungo possibile, è meglio se la tenete lontana dagli animali domestici perchè con le unghie o coi denti potrebbero danneggiare il cavo elettrico.

Non piegatela quando è accesa e non stiratela. Anche se si tratta di un prodotto sicuro provvisto di certificazioni europee che potrete controllare stesso con i vostri occhi sia sull’etichetta che sul libretto di istruzioni, è meglio se non la fate usare dai bambini.

Inoltre, è meglio se non la collocate proprio sotto la testa. Adagiatela verso il bordo inferiore del letto. Così terrete anche ben caldi i piedi!

Le differenze con lo scaldaletto

Anche se molti li confondono e pensano sia lo stesso prodotto, la termocoperta è diversa dal coprimaterasso termico o scaldaletto. Hanno lo stesso scopo, è vero. Perciò è facile confonderli. Cioè entrambi vanno a riscaldare ulteriormente il letto dell’utente. Però si utilizzano in maniera differente.

Lo scaldaletto funziona come un coprimaterasso, si va quindi a sistemare tra il materasso e il lenzuolo. Alcuni modelli hanno anche gli angoli flessibili per agevolarne il fissaggio. Sono comodi perchè rimangono fissi e poi perchè non vanno a disperdere troppo il calore, anche una volta spenti.

La termocoperta invece si usa come le altre coperte cioè si posiziona o sopra il lenzuolo o sopra il piumone. Dunque andrà a disperdere il calore verso l’alto e rischierà di muoversi a seconda di quanto ci muoviamo durante la notte. Però ha il vantaggio rispetto allo scaldaletto, come abbiamo visto, di poter avere diversi usi e di poterla spostare in diverse zone della casa a seconda delle nostre esigenze.

La pulizia e la manutenzione

La termocoperta andrà lavata ogni volta che lo riterrete necessario. Sarà importante sia per togliere lo sporco ma anche i cattivi odori. Se però l’avete lavata da poco e ha solo delle macchie, potrete anche ricorrere semplicemente ad uno spray di pulizia a secco da spruzzare e strofinare sulla zona incriminata.

In ogni caso, se decidete di lavarla sappiate che potrete farlo sia a mano che in lavatrice. Però è bene che controlliate cosa dice esattamente al riguardo sul vostro modello il libretto di istruzioni.

Dovrete per prima cosa assicuravi che la termocoperta sia spenta, poi dovrete scollegarla dal cavo. Se la lavate in mano la dovrete mettere in ammollo in una bacinella abbastanza grande con dentro acqua fredda o tiepida e sapone neutro. Fatele fare un paio di giri e lasciatela lì per almeno un quarto d’ora. Dopodiché fatela passare sotto un getto di acqua fredda in modo da rimuovere ogni residuo di sapone.

Fatevi poi dare una mano da qualcuno per strizzarla bene e stenderla sul filo. Così si asciugherà per bene. E’ infatti fondamentale che, quando l’andrete a usare, sia totalmente asciutta e che non abbia il filo interno aggrovigliato.

Se decidete di lavarla in lavatrice, optate per un programma per capi delicati a 40 gradi a ciclo breve. Fategli fare solo un giro di centrifuga e non usate la candeggina.

Consigli per gli acquisti

Se optate per un modello singolo, il cui consumo sarà compreso tra i 60 e i 150 W, il prezzo andrà dai 20 agli 80 euro circa. Se invece avete bisogno di un modello matrimoniale, il prezzo sarà sui 100-150 euro e i consumi intorno ai 110 W.

Come marche vi segnaliamo Klarstein, Imetec, MaxKare, Cosi Home, Entil.

Mi chiamo Roberta ed ho una grande passione per la scrittura. Ho studiato cinema e svolgo varie collaborazioni con realtà audiovisive. Sono curiosa e mi piace affrontare ogni argomento raccontandolo con semplicità e entusiasmo. Mi appassionano il mondo della tecnologia, della natura e quello della casa.

Back to top
menu
Trapunte e Coperte Termiche